Dopo il successo del 2015, ritorniamo al Fuorisalone, per illuminare Palazzo Litta, uno degli edifici più importanti dell’architettura barocca milanese.

Il nostro intervento si inserisce nell’ambito del percorso “A Matter of Perception: Tradition & Technology”, realizzato da MoscaPartners e DAMN° per esplorare il rapporto tra tradizione e tecnologia. Quest’anno sarà l’architetto Diébédo Francis Kéré a interpretare il cortile del Palazzo, fulcro della manifestazione. Nato in Burkina Faso e con studio a Berlino, Kéré trasformerà il cortile in un villaggio neoafricano intitolato Courtyard Village, luogo di incontro e convivialità in chiave contemporanea.

Il progetto illuminotecnico sarà focalizzato su due aspetti: l’illuminazione del porticato di Palazzo Litta e l’integrazione al progetto dell’architetto Diébédo Francis Kéré.

La prima soluzione sarà sviluppata con proiettori montati sotto le volte per creare un morbido effetto di luce indiretta e montati frontalmente alle colonne per ottenere un segno luminoso discreto che slanci la verticalità dell’elemento architettonico.

L’intervento sul progetto di Kéré, invece, consisterà in una valorizzazione delle trame e della matericità che caratterizzano la struttura dei padiglioni e allo stesso tempo produrrà un effetto suggestivo all’interno dello spazio verde ricreato nel cortile.

 

Per maggiori informazioni:

damnmagazine.net/events

moscapartners.it/latestnews