Il progetto del Flagship Store Caruso nasce dall’ intenzione della committenza di creare uno spazio non convenzionale nel quadrilatero della moda milanese.

Il concept ruota attorno all’ idea dello spazio scenico teatrale: nella parte centrale del negozio si trova un palco con un manichino pronto ad entrare in scena, ai lati una struttura lignea ricorda i teatri del primo 900 , oltre il sipario l’opera dell’ artista Amato raffigura la vista prospettica della platea e della galleria con tanto di spettatori in miniatura.

Il visitatore percepisce già dalla vetrina di trovarsi nel back stage di un teatro: al centro un grosso argano  muove il sipario tramite corde e pulegge , alle pareti grandi telai ricordano le quinte teatrali, infine la presenza di colonne di granito, risalenti ad un antico chiostro preesistente, impreziosisce la scenografia dello spazio.

Tutt’ intorno troviamo gli eleganti manufatti sartoriali di Caruso esposti in modo non banale, gli arredi disegnati con cura, i testimonials / manichini che raccontano storie e vestiti di provenienze diversi: Fefè da Napoli, Pedro da Buenos Aires, Jean Baptiste da Parigi.

Infine la luce: volutamente teatrale e contrastata nella zona del palcoscenico, dove è presente un lucernario che apporta nelle ore diurne luce daylight; più morbida nelle altre zone di vendita.

La scelta degli apparecchi è ricaduta su prodotti in grado di integrarsi in modo naturale con questo spazio;  nel back stage e nelle altre zone di vendita è presente la famiglia di proiettori a LED Yori in molteplici versioni.

Un elemento decisivo nella scelta è stata la rigorosa selezione del chip LED CoB  necessario ad esaltare tessuti di pregio, insieme all’ ampia scelta di ottiche e filtri, opzione che spesso caratterizza il lavoro del lighting designer Lorenzo Bruscaglioni.

Nei camerini l’utlizzo del sistema Trybeca ad incasso ha garantito il massimo comfort visivo per la fruizione dello spazio e per la valutazione degli abiti indossati.

Per il progetto dello store Luminae lighting design ha curato anche l’aspetto di centralizzazione e controllo di tutti gli apparecchi utilizzando il segnale DMX per alcuni apparecchi da spettacolo presenti nello store, per i proiettori Yori con tecnologia DALI tramite un converter e tramite schede di controllo custom per gli altri dispositivi ON/OFF.

Grazie al concept teatrale utilizzato, di fatto lo store è in grado di trasformarsi grazie agli scenari di luce progettati, si apra quindi il sipario e che lo spettacolo abbia inizio.